Il vestito nuovo dell’imperatore

Domenica 16 giugno – Villa Segrè Salvaterra (Re)

ore 21:30

Crediti

Liberamente tratto dalla favola di Hans Christian Andersen

Di e con Eleonora Angioletti e Giorgio Castagna

Produzione La Filostoccola/Teatro Virginian

Età consigliata da 5 anni







Presentazione

La favola di Andersen è una meravigliosa metafora per aprire un dialogo con i bambini sulla vanità, e di quanto il potere e la paura riescono a piegare la volontà e a far credere l’inverosimile. Ma c’è di più. Con l’avvento dei nuovi media abbiamo la possibilità continua di realizzare maschere di noi stessi destinati ad essere messi in mostra, immagini di noi migliorate e moltiplicate all’infinito, da condividere sui nostri social per ricevere in cambio dei like.

Da questa premessa nasce una riscrittura in chiave moderna della favola danese dove il volto dei cortigiani riflette le fattezze dell’imperatore, come l’unica identità smembrata in tante parti, estensioni di sé controllate tramite un iPad.

Un imperatore sempre in cerca di nuove distrazioni per combattere la noia e maggiore approvazione da parte dei propri sudditi. Sudditi che, ovviamente, si esprimono solo attraverso uno schermo e solo tramite “like”.

La figura dei due tessitori invece, artisti a tutto tondo, truffatori per eccellenza, introduce una riflessione semiseria sull’arte moderna, in grado di incrinare le certezze del potere e prenderlo in giro. Il vestito sarà cucito, e l’imperatore, nudo come un pulcino, sfilerà per le strade della città, tra gli applausi dei presenti.

In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà presso il Teatro dell’Oratorio della Parrocchia di Salvaterra